Solidarietà al segretario generale Cgil Basilicata Angelo Summa

Riceviamo e pubblichiamo la dichiarazione congiunta di Cdlt Matera – Cdlt Potenza, Nidil Potenza – Nidil Matera, Filcams Potenza – Filcams Matera, Fillea Potenza – Fillea Matera – Fillea regionale, Flai Matera –Flai regionale, Fp Potenza – Fp Matera, Filctem Potenza – Filctem Matera, Flc Potenza- Flc Matera – Flc regionale, Filt Matera – Filt regionale, Spi Potenza – Spi Matera – Spi regionale.

I segretari confederali e generali di categoria della Cgil lucana, provinciali e regionali, unitamente alle rispettive segreterie e ai lavoratori e alle lavoratrici iscritti alla Cgil, esprimono solidarietà al segretario generale della Cgil Basilicata, Angelo Summa, la cui sorella, dipendente dell’Arpab, è stata destinataria di un ordine di servizio che si palesa illogico e privo di una coerente motivazione.

Attribuire a un funzionario tecnico, l’unico funzionario oltre ai dirigenti, distraendolo dai suoi compiti istituzionali, l’attività di controllo del green pass di tutti coloro che accedono alla sede Arpab di Matera non può trovare alcuna razionale motivazione se non quella di “rivalersi”  in qualche modo nei confronti di chi incarna la presenza della Cgil nell’agenzia, ovvero la funzionaria Lucia Summa, ex Rsu Fp Cgil nonché sorella  del segretario generale Cgil Basilicata.

Viene, infatti, affidata  alla lavoratrice – unico funzionario delegato con altri dirigenti direttamente dal direttore generale dell’Arpab, Antonio Tisci –   una delega in totale assenza di specifiche indicazioni con le quali eseguire i controlli e senza, per di più, fornire adeguata strumentazione, con il presumibile intento di mettere in difficoltà la funzionaria in questione nella gestione di situazioni estremamente delicate e che richiederebbero la definizione di procedure chiare da parte della direzione.

Un atto intollerabile, che mira a colpire il sindacato e il suo massimo rappresentante pensando di poter intimidire chi fa della legalità la sua battaglia.

Nel condannare questa deplorevole vicenda ribadiamo la nostra solidarietà alla lavoratrice e al segretario generale della Cgil di Basilicata, Angelo Summa,  per questo atto deprecabile  che colpisce l’intero mondo del lavoro e il sindacato tutto.

Quanto accaduto rafforza ulteriormente la nostra convinzione sulla inadeguatezza di Antonio Tisci a rivestire il massimo ruolo apicale in Arpab e la conseguente richiesta di rimozione al presidente della giunta regionale Vito Bardi.

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi