Prof. Perronne: «I vaccinati sono a rischio per le varianti e sono un pericolo per gli altri» (video)

Christian Perronne: dottore in Medicina e dottore in Scienze, qualificato in Medicina Interna, è Professore di Malattie Infettive e Tropicali presso la Facoltà di Medicina Paris-Ile de France-Ouest, Università di Versailles-St Quentin (UVSQ), Paris-Saclay, Francia. Dal 1994 è a capo del Dipartimento di Medicina dell’Ospedale Universitario Raymond Poincaré di Garches, Assistance Publique – Hôpitaux de Paris. Diplomato in Batteriologia e Virologia presso l’Institut Pasteur, è stato vicedirettore del Centro di riferimento nazionale su Tubercolosi e Micobatteri presso l’Institut Pasteur di Parigi, fino al 1998. Ex presidente del Collegio dei docenti di malattie infettive e tropicali (CMIT) , cofondatore ed ex presidente della Federazione francese delle malattie infettive (FFI) ed ex presidente del National Advisory Group on Vaccination (Comitato tecnico sulle vaccinazioni, CTV).

È stato presidente dell’Agenzia francese dei medicinali (ANSM, ex AFSSAPS) di gruppi di lavoro che sviluppano raccomandazioni basate sull’evidenza per il trattamento antibiotico delle infezioni respiratorie. È stato presidente del Consiglio superiore di igiene pubblica de France dal 2001 al 2007. È stato presidente fino al 2016 della Commissione delle malattie trasmissibili del Consiglio superiore della sanità pubblica (HCSP), formulando raccomandazioni per le politiche sanitarie pubbliche e per la vaccinazione. È stato ricercatore principale di diversi importanti studi clinici sull’infezione da HIV, infezioni da micobatteri ed epatite virale presso la National AIDS and Viral Hepatitis Research Agency (ANRS). È stato membro del consiglio scientifico dell’Istituto di Ricerca in Microbiologia e Malattie Infettive (IMMI, INSERM) fino al 2013. È stato Presidente del Consiglio Nazionale delle Università (CNU), sottosezione Malattie Infettive e Tropicali. È stato vicepresidente, presso l’Organizzazione Mondiale della Sanità, del gruppo ETAGE (European Advisory Group of Experts on Immunization), un gruppo di esperti che consiglia la politica sui vaccini nella regione EURO dell’OMS. È membro dell’unità di ricerca INSERM, UMR 1181 “Biostatistica, biomatematica, farmacoepidemiologia e malattie infettive” (laboratorio Bio2PhEID).

È autore o coautore di più di 300 pubblicazioni scientifiche internazionali citate e di un libro “La verità sulla malattia di Lyme”, edito da Odile Jacob. Dal 1994, Christian Perronne è stato coinvolto nella gestione della malattia di Lyme cronica e delle malattie associate (cripto-infezioni). È cofondatore e vicepresidente della Federazione francese contro le malattie delle zecche da vettori (FFMVT) e presidente del suo consiglio scientifico.

Il professor Perronne è capo del dipartimento di medicina dell’ospedale Raymond Poincaré di Garches, l’ospedale universitario dell’Università di Versailles-St Quentin vicino a Parigi. Era il capo del dipartimento per le malattie infettive e tropicali dell’università dal 1994 in poi, ma è stato licenziato da quella posizione pochi mesi fa. È membro del centro di ricerca biomedica francese di fama mondiale, l’Institut Pasteur, presso il quale si è laureato in batteriologia e virologia e dove è stato vicedirettore del Centro di riferimento nazionale per la tubercolosi e i micobatteri fino al 1998.

Ha presieduto molti comitati sanitari di alto livello, tra cui il Comitato specialistico francese per le malattie trasmissibili e l’ Alto Consiglio per la sanità pubblica (acronimo francese: HCSP), che fornisce consulenza al governo sulla politica di salute pubblica e sulla politica di vaccinazione. Non è contro i vaccini e infatti ha scritto la politica di vaccinazione della Francia per molti anni, oltre a presiedere il Gruppo di consultazione nazionale sulla vaccinazione, noto anche come Comitato tecnico sulle vaccinazioni (CTV).

Il professor Perronne è stato anche vicepresidente del gruppo consultivo europeo dell’Organizzazione mondiale della sanità. A livello nazionale in Francia, ha presieduto il Collegio di insegnamento delle malattie infettive e tropicali (CMIT), la Federazione delle malattie infettive (FFI, da lui co-fondata), l’Alto Consiglio per l’igiene pubblica (CSHP) e il National Medical and Healthcare Agenzia per la sicurezza dei prodotti (ANSM, in precedenza AFSSAPS), che valuta i rischi per la salute dei farmaci ed è l’unico regolatore francese della ricerca biomedica. Fino al 2013, ha fatto parte del consiglio scientifico dell’Istituto francese di ricerca sulla microbiologia e le malattie infettive (IMMI/INSERM).

Nonostante la vasta conoscenza ed esperienza del professor Perronne in materia di malattie trasmissibili, vaccini e politica sui vaccini a livello nazionale e governativo in Francia, è stato rapidamente censurato per aver parlato dei vaccini Covid-19, della loro efficacia dichiarata e dei rischi identificabili. In breve, è stato messo da parte professionalmente, la sua reputazione è stata attaccata e le sue opinioni professionali sono state censurate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi