Nel 2021 uccise 116 donne, 68 dal partner o dall’ex

Dall’inizio dell’anno in Italia sono stati registrati 289 omicidi, con 116 vittime donne di cui 100 uccise in ambito familiare o affettivo; di queste, 68 hanno trovato la morte per mano del partner o dell’ex partner.
Sono alcuni dei dati contenuti nell’aggiornamento settimanale del report sugli omicidi volontari curato dal Servizio analisi criminale della direzione centrale della Polizia criminale.
Rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, si nota un lieve incremento (+1%) nel numero totale degli eventi (da 285 a 289), mentre restano stazionarie le vittime di genere femminile (116).
Leggera diminuzione invece (-2%) sia per i delitti commessi in ambito familiare o affettivo, che passano da 147 a 144, sia per le relative vittime donne che, da 101 nel periodo primo gennaio-26 dicembre 2020, scendono a 100 nell’analogo periodo dell’anno in corso. Invariato il numero delle donne vittime del partner o ex partner (66).
Tra il 20 e il 26 dicembre 2021 risultano essere stati commessi 5 omicidi: l’ultima vittima donna in ordine di tempo è la 60enne originaria dell’Est Europa uccisa a coltellate a Gradara, nel Pesarese. Fermato il pensionato convivente di 80 anni che l’avrebbe accoltellata più volte. “Sono stato io: non ha voluto fare sesso con me”: Vito C., incensurato e pensionato, ha ammesso ai carabinieri di aver ucciso Natalia, la compagna ucraina più giovane di vent’anni e con la quale era spostato da 17 anni.

Default image
radionoff
Articles: 6223

Leave a Reply