Il leone inciampa alle pendici dell’Etna: Catania-Potenza 2 a 1

Nell’anticipo del sabato alle 14:30 allo stadio “Angelo Massimino” di Catania va in scena la partita Catania-Potenza valida per il sedicesimo turno del campionato di serie C. I siciliani, noni in classifica con 19 punti, arrivano dalla sconfitta in pieno recupero per 3-2 dello “Iacovone” contro il Taranto; i rossoblu lucani, diciassettesimi con 14 punti, sono reduci dal pareggio interno contro il Monopoli per 0-0. Il tecnico catanese Francesco Baldini opta per un modulo offensivo, il 4-4-2: Sala tra i pali, Calapai, Monteagudo, Claiton e Ropolo in difesa. A centrocampo: Rosaia, Jean Freddi Greco, Ceccarelli e Russini; coppia d’attacco composta da Moro e Sipos.
Mister Trocini schiera il Potenza con il suo consueto 3-5-2 nonostante le numerose assenze, causa infortuni, tra le fila rossoblu. Marcone in porta, trio di difesa composto da Matino, Piana e Cargnelutti. Sulla linea mediana del campo spazio a Zagaria, Zampa e Sandri; Vecchi e Coccia sulle corsie laterali. Tandem d’attacco Ricci-Volpe.

Nel primo tempo le squadre si “studiano” e lo spettacolo ne risente; infatti, sono poche le azioni degne di nota. Il Catania gestisce maggiormente il possesso palla provando a rendersi più pericoloso dei lucani. Il Potenza, dal canto suo, si dimostra attento in difesa e pronto a sfruttare le ripartenze.

I padroni di casa cercano di assediare la metà campo lucana fin dalle prime battute di gioco senza essere pericolosi. Tuttavia, la prima occasione nitida della partita è per gli ospiti con un doppio tentativo: prima con Ricci e poi con Zagaria che, nella stessa azione, trovano la decisiva respinta della difesa etnea. Il finale della prima frazione di gioco è di marca siciliana: Ropolo sfiora il gol con un diagonale mancino terminato sul fondo; Moro tenta la girata col destro da ottima posizione ma Marcone risponde presente. Nel recupero, cross dalla destra di Claiton in area, Marcone esce in maniera scomposta colpendo Russotto e l’arbitro concede il rigore. Dagli undici metri bomber Moro non sbaglia: 1-0 per il Catania. Si va all’intervallo con i rossazzurri in vantaggio.

Nella ripresa, gli etnei partono con il piede sull’acceleratore alla ricerca del raddoppio: Sipos al 48’ spreca una buona occasione, perdendo l’attimo giusto nei pressi del dischetto del rigore, non riuscendo a calciare e favorendo l’uscita bassa di Marcone. Al 59’ arriva il raddoppio catanese ancora una volta col bomber Moro che sigla la doppietta: grande azione di Russotto sulla fascia sinistra, entra in area superando il difensore e calcia potente col destro, Marcone respinge ma il pallone termina sui piedi del centravanti che non può sbagliare davanti la porta spalancata, facendo esplodere di gioia il “Massimino”: 2-0. Al 65’ ci riprova Sipos con un velenoso diagonale bloccato dal portiere ospite. Improvvisa fiammata del Potenza al 72’: bell’azione in velocità sull’asse Ricci-Sepe con quest’ultimo che, sulla fascia sinistra, si invola in area saltando Calapai, crossa arretrato per l’accorrente Ricci che di piatto destro batte Sala: 2-1. Si tratta del secondo gol stagionale per Ricci dopo quello contro il Foggia. Finale di partita aperto a qualsiasi risultato; saltano gli schemi, con il Catania che in contropiede prova a chiudere la partita cercando il gol del 3-1ed il Potenza alla disperata ricerca del pareggio. Al 92’ l’occasione più netta è per il Potenza: azione convulsa dei lucani sulla fascia sinistra, spiovente in area per Ricci che spara alto da buona posizione fallendo il 2-2. Dopo 4 minuti di recupero termina la partita con la vittoria del Catania per 2-1. Gli etnei salgono a 22 punti in zona playoff, i lucani, invece, restano a 14 punti in piena zona playout.

Il tabellino:
CATANIA – POTENZA 2-1
Marcatori: 47’ pt Moro su rigore e 14’ st Moro (C) – 27’ st Ricci (P)

CATANIA (4-4-2): Sala, Calapai, Claiton, Monteagudo, Ropolo, Ceccarelli(32’ st Albertini), Rosaia, Greco (44’ st Zanchi), Russini (35’ pt Russotto), Moro, Sipos(32’ st Izco). A disposizione: Stancampiano, Pino, Ercolani, Pinto, Cataldi, Maldonado, Biondi, Piccolo. Allenatore: Francesco Baldini.

POTENZA (3-5-2): Marcone, Matino(44’ st Maestrelli), Piana, Cargnelutti, Vecchi (17’ st Sepe),Zampa (17’ st Zenuni), Zagaria (17’ st Banegas),Sandri, Coccia, Volpe (24’ st Sessa),Ricci.A disposizione: Greco, Petriccione, Orazzo, Bruzzo. Allenatore: Bruno Trocini.

Arbitro: Marco Ricci di Firenze.

Assistenti: Stefano Lenza di Firenze – Giacomo Pompeo Poentini di Pesaro.

Quarto uomo: Domenico Leone di Barletta.

NOTE: giornata soleggiata, temperatura 16°C. Ammoniti: Cargnelutti, Zampa, Vecchi, Ricci, Marcone, Matino, Sepe(P), Izco, Claiton (C). Angoli 5-1 Recupero: 3’ pt, 4’ st.

Default image
Nicola Cirigliano
Articles: 73