Il leone “doma” la leonessa. Potenza-Picerno: 2 a 0

Allo stadio “Viviani” va in scena il “derby” lucano “Potenza-Picerno”, valevole per la tredicesima giornata del campionato di serie C. I padroni di casa del capoluogo di regione, sono reduci dalla sconfitta dello “Iacovone” per 2-1 contro il Taranto; i melandrini, invece, dal pareggio interno per 1-1 contro il Foggia. Animi opposti per le due squadre: il Potenza, in questo avvio di stagione, ha riscontrato diverse difficoltà che hanno portato all’esonero di Fabio Gallo, sostituito da Bruno Trocini. I potentini sono in piena zona playout con appena 10 punti all’attivo. Il neo promosso Picerno di Antonio Palo (potentino doc) invece, con i suoi 16 punti naviga in una zona più tranquilla di classifica. Un “derby” si sa, non è mai una partita come le altre, entrambe le squadre vogliono regalare una vittoria ai rispettivi tifosi. L’ ultimo precedente al “Viviani” tra il “leone rampante” e la “leonessa” risale alla stagione 2019/2020 sempre in serie C, quando il Potenza si impose per 1-0 grazie alla rete del bomber Carlos Franca. Il Potenza Calcio ha indetto per questa partita la “giornata rossoblu” in cui non valgono gli abbonamenti. Dato l’orario “comodo” 17:30, il tempo mite e l’importanza dei punti in palio, il colpo d’occhio  nello stadio è buono con circa 2600 spettatori, con buona presenza dei tifosi ospiti (250). Mister Trocini schiera il Potenza con il suo consueto 3-5-2: tra i pali Marcone, difesa a tre con Cargnelutti, Piana e Gigli. A centrocampo il fulcro del gioco è gestito da Zenuni, Sandri e Ricci, con Sepe e Coccia sulle fasce; tandem d’attacco composto da Salvemini e Volpe. Antonio Palo presenta il Picerno con il 4-2-3-1. Nei primi dieci minuti di gara le due squadre si studiano senza creare occasioni pericolose. Al 13′ la prima azione degna di nota della partita è di marca potentina: bella iniziativa di Salvemini sulla fascia sinistra, si accentra lasciando partire un tiro a giro rasoterra deviato in angolo dalla difesa. Dagli sviluppi del corner, arriva il vantaggio dei padroni di casa: cross di Sandri, spizzata di testa in area di Gigli con la zampata sottoporta di Piana (14′) che anticipa i difensori melandrini, è 1-0.Il Picerno prova subito a reagire al 16′ con un cross dalla fascia sinistra, inzuccata pericolosa dell’ex serie A Reginaldo, che si spegne di poco a lato di Marcone. Al 26′ ancora gli ospiti pericolosi: bella azione di Reginaldo che porta palla al limite dell’area, allaraga sulla sinistra trovando libero Terranova in area che lascia partire un potente sinistro deviato in angolo dalla difesa. Al 28′ angolo per il Potenza: cross di Sandri, la difesa ospite rinvia con difficoltà, recupera palla in area Cargnelutti che appoggia dietro per Zenuni che dai 16 metri tira alto sopra la traversa. Al 37′ cross dalla sinistra di Reginaldo, gran controllo in area di Gerardi che in un lampo si gira e clacia di poco fuori alla sinistra di Marcone. Al 41′ bella azione potentina: Volpe semina il panico sulla fascia destra, entra in area superando il diretto difensore, tirando una sassata respinta con i pugni da Viscovo. Dopo un minuto di recupero termina il primo tempo 1-0 per il Potenza. L’ inizio della seconda frazione di gioco vede il Picerno più pimpante tenere meglio il campo con alcune ripartenze pericolose di un inspirato Reginaldo controllate dalla retroguardia di casa. Al 59′ punizione dai 20 metri per gli ospiti: Pitarresi tira di poco alto sopra la traversa scavalcando la barriera. Al 64′ ancora una punizione per il Picerno: dai 18 metri ci prova Reginaldo con un tiro a giro a scavalcare la barriera, facile la presa per Marcone. Il gioco nella ripresa diventa piuttosto spezzettato con una leggera supremazia picernese. Palo sostituisce Reginaldo con il fantasista Esposito per provare a creare delle ripartenze pericolose saltando l’uomo. Trocini negli ultimi dieci minuti cambia la coppia di attacco Salvemini-Volpe con Baclet-Guaita. Gli ospiti provano il tutto per tutto fino alla fine ma è il Potenza a chiudere la gara. Da un contropiede i padroni di casa ottengono un calcio d’angolo: cross di Sandri dalla bandierina per il neo entrato Zagaria che tutto solo nell’area piccola, inzucca forte ed angolato battendo l’estremo ospite per il raddoppio potentino. Dopo 5 minuti di recupero, il derby lucano finisce 2-0 per i rossoblu di casa. Il Potenza sale a 13 punti, una vera boccata di ossigeno per la squadra di Caiata. Il Picerno rimane a 16 punti. Il Potenza è tornato a ruggire! Come on Lions!

Il Tabellino

Potenza Calcio (3-5-2): Marcone, Cargnelutti, Piana, Gigli, Coccia (91′ Matino), Sepe (91′ Maestrelli), Sandri, Zenuni, Ricci (79′ Zagaria), Salvemini (83′ Baclet), Volpe (83′ Guaita). All. Trocini.A disposizione: Greco, Vecchi, Orazzo, Romero, Bruzzo, Petriccione, Sessa, Banegas.
AZ Picerno (4-2-3-1): Viscovo, Finizio (86′ Vanacore), Pitarresi, Allegretto, De Cristofaro (81′ Carrà), Gerardi, Reginaldo (65′ Esposito), Guerra, De Franco, Terranova (46′ Vivacqua), De Ciancio. All. Palo.A disposizione: Albertazzi, Ferrani, Alcides, Dettori, Coratella, Viviani, De Marco, Setola.
Arbitro: Perenzoni di Rovereto.Assistenti: Caso di Nocera Inferiore e Cravotta di Città di Castello.Quarto ufficiale: Molinaro di Lamezia Terme.Ammoniti: Ricci (Pz), Sandri (Pz), Piana (Pz), Sepe (Pz), De Franco (Pi), Terranova (Pi), Allegretto (Pi), Finizio (Pi).Espulsi: Vivacqua (Pi).Angoli: 3 (Pz), 5 (Pi).Fuorigioco: 3 (Pz), 1 (Pi).Recupero: 1′ (pt), 5′ (st).Note: serata serena, 15 gradi circa.Spettatori: 2600 circa, con 250 tifosi ospiti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi