Funzionari afghani incontrano diplomatici tedeschi e olandesi

Il primo e il secondo vicepresidente del primo ministro hanno incontrato i diplomatici tedeschi e olandesi nei giorni scorsi a Kabul: lo ha riferito un portavoce dell’Emirato Islamico. “I deputati del primo ministro Abdul Salam Hanafi e del Mullah Abdul Ghani Baradar hanno incontrato i rappresentanti dei Paesi Bassi e della Germania, e i delegati che li accompagnavano all’ARG (palazzo presidenziale)”, ha dichiarato Inamullah Samangani, vice portavoce dell’Emirato Islamico in una serie di tweet. i funzionari afghani hanno discusso delle relazioni bilaterali con gli inviati tedesco e olandese. Baradar ha sottolineato ancora una volta la necessità di liberare i beni bancari dell’Afghanistan. “I beni congelati appartengono al popolo afghano e vogliamo che la comunità internazionale presti attenzione alle sfide economiche in Afghanistan”, ha affermato. Markus Potzel, l’inviato tedesco, ha ribadito il continuo sostegno umanitario del suo paese all’Afghanistan. Potzel ha promesso che la Germania avrebbe fornito 600 milioni di euro di aiuti all’Afghanistan. I funzionari afghani hanno chiesto l’estensione delle relazioni tra Afghanistan e Germania e Paesi Bassi. Il rappresentante dei Paesi Bassi non è stato nominato dall’Emirato Islamico al momento del rilascio. “Non permetteremo a nessuno di usare il suolo dell’Afghanistan contro la regione e il mondo. Faremo sforzi per prevenire la coltivazione e il contrabbando di oppio e stiamo cercando di fornire schemi economici alternativi in ​​collaborazione con la comunità internazionale per gli agricoltori”, ha scritto Samangani su Twitter. Il secondo vice del primo ministro ha invitato i due diplomatici a sollecitare i loro Paesi a investire in Afghanistan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi