Covid-19. Perché il vaccino non sempre ferma l’infezione? (audio)

A volte il meccanismo di difesa innescato dal vaccino non riesce sempre a fermare una infezione da Sars-CoV-2. Dunque l’immunizzazione non è totale. Ma cos’è l’immunizzazione? L’immunizzazione (o risposta immunitaria) è un meccanismo naturale che il corpo umano compie quando rileva la presenza di un agente patogeno (o infezione). Grazie a questa “reazione”, infatti, il corpo può attivare le proprie difese, producendo anticorpi e cellule competenti in grado di contrastare l’infezione o la malattia in atto.

Una delle caratteristiche più importanti del nostro sistema immunitario è la sua capacità di distinguere le cellule e le molecole che appartengono al corpo da quelle che non gli appartengono. Il suo ruolo è quello di riconoscere un agente patogeno (virus, batterio, un parassita, ecc.) e di impedire la sua diffusione all’interno del nostro organismo.

Come nel processo di memoria di un computer, la risposta immunitaria si attiva solo dopo aver immagazzinato le informazioni necessarie che gli permettono di riconoscere un pericolo. Ciò significa che prima di reagire alla minaccia di una malattia, il meccanismo di protezione naturale ha bisogno di incontrare l’infezione almeno una volta. Entrare in contatto per la prima volta con un’infezione, quindi, vuole dire “subire l’infezione”. Solo in un secondo momento, infatti, la risposta immunitaria sarà in grado di riconoscere l’agente patogeno, e quindi eliminarlo.

Vaccinazione: ossia, come stimolare la risposta immunitaria del nostro corpo
In assenza d’informazioni, il sistema immunitario può non reagire in tempo durante lo sviluppo di una malattia infettiva. Di fronte a questo scenario arriva in soccorso la vaccinazione. Il vaccino, infatti, attivando nell’organismo un allarme non patogeno (cioè senza causare la malattia), fornisce al nostro sistema immunitario le informazioni necessarie per poter eliminare i pericoli dell’infezione, ancor prima che questi appaiano per la prima volta. Come sono fatti i vaccini? Sono un composto di batteri, virus, i loro componenti (polisaccaridi, proteine) o le sostanze che essi diffondono (tossine), privati del loro effetto patogeno (ossia, la loro capacità di provocare malattia). In questo modo, i vaccini ci permettono di attivare l’immunizzazione del nostro organismo senza diffondere alcuna malattia.

A volte, però, il meccanismo di difesa innescato dal vaccino non riesce sempre a fermare una infezione da Covide-19. Di seguito ascoltiamo la spiegazione della virologa ricercatrice Valeria Cagno.

Default image
radionoff
Articles: 5814