«Cosa ha intenzione di fare l’Amministrazione di Pisticci (MT) sui due bandi in scadenza?»

Riceviamo e pubblichiamo da Movimento 5 Stelle Pisticci.

Qualche settimana fa abbiamo sottolineato in un comunicato l’importanza delle azioni che il Comune di Pisticci è chiamato ad intraprendere, sin dall’immediato futuro, per non lasciarsi sfuggire alcune date cruciali per attrarre investimenti sul territorio. La prima scadenza, ormai imminentissima, è il 12 novembre. Infatti, entro tale data, è necessario aderire a due “chiamate” pubbliche. La prima promossa da Invitalia e rivolto alle amministrazioni comunali per l’acquisto di eco-compattatori, cioè macchinari per la raccolta differenziata di bottiglie per bevande in PET, in grado di ridurne il volume per favorirne il riciclo, in un’ottica di economia circolare. Tale bando prevede un finanziamento a fondo perduto fino a 30.000 €.

Il secondo bando, promosso dall’Agenzia per la Coesione Territoriale, prevede un finanziamento a fondo perduto minimo di 10 milioni di euro fino ad un massimo di 90 milioni per la “creazione di ecosistemi dell’innovazione nel Mezzogiorno”. Per tale finanziamento l’Amministrazione ha comunicato di aver richiesto alla Provincia di Matera di coinvolgere Enea “per valutare la possibilità di candidare un progetto interistituzionale per la valorizzazione e lo sviluppo del vettore idrogeno in Valbasento”. Preso atto di questa iniziativa da parte dei nuovi amministratori, in un nostro recente comunicato avevamo consigliato di riprendere i contatti con la società statunitense Exos Aerospace, che lo scorso febbraio si era detta interessata ad investire in Valbasento. All’epoca, nonostante le interlocuzioni promosse dall’amministrazione comunale, la Regione Basilicata sembrò più impegnata a giustificare la sua inerzia rispetto alle istanze di Exos che a farsi parte attiva per incentivare l’impresa ad investire sul territorio. Quella che si presenta oggi potrebbe essere l’occasione per riprendere il percorso dove era stato interrotto mesi fa.

Nonostante i nostri suggerimenti sembrerebbero, ad oggi, inascoltati, ci auguriamo che l’Amministrazione si impegni fattivamente sia in relazione al bando promosso da Invitalia e soprattutto riguardo al bando promosso dall’Agenzia per la Coesione Territoriale, dando seguito a quanto promesso in campagna elettorale circa la propria capacità di mettere in campo professionalità e competenze a servizio dello sviluppo del territorio. Ora è il momento di accompagnare le parole ai fatti concreti. Attendiamo fiduciosi un comunicato che illustri ai cittadini le strategie adottate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi