Contratti di sviluppo, il presidente di Confapi Matera ascoltato dalla 3ª Commissione consiliare

Il Presidente di Confapi Matera è stato ricevuto in audizione dalla 3ª Commissione Consiliare Permanente della Regione Basilicata in merito ai Contratti di Sviluppo a valenza regionale, le cui direttive attuative sono state adottate dalla Giunta nei giorni scorsi. Dinanzi alla Commissione presieduta da Piergiorgio Quarto, Massimo De Salvo ha evidenziato la necessità di accelerare al massimo le procedure per l’approvazione definitiva di quello che si ritiene uno strumento di attrazione degli investimenti sul territorio “che, soprattutto in questa fase di ripresa dell’economia, è potenzialmente in grado di creare nuove iniziative imprenditoriali e di rafforzare le imprese esistenti”.

Nel consegnare ai Commissari un documento contenente alcune osservazioni tecniche sul regolamento dei Contratti di Sviluppo, il presidente di Confapi Matera ha dichiarato che sin da agosto 2020, quando iniziò la concertazione sulla prima bozza, si sono create grandi aspettative in diversi operatori intenzionati a investire in Basilicata, soprattutto imprenditori locali che hanno programmato un rafforzamento delle proprie imprese.

“Infatti, la mancanza di altri strumenti agevolativi di rilievo, considerati i ritardi nella programmazione 2021/2027, ha indotto molti imprenditori a riversare l’attenzione sui contratti che finanziano programmi di sviluppo industriale, turistico e commerciale. In particolare, il superamento della crisi pandemica e lo stato di salute positivo della nostra economia stanno risvegliando negli imprenditori lucani quella voglia d’investire che negli ultimi anni era abbastanza sopita”.

“Ringraziamo il presidente Quarto e tutti i Consiglieri componenti della III Commissione per averci audito – ha affermato il presidente di Confapi Matera -. Apprezziamo, in particolare, la sensibilità che questa Commissione dimostra costantemente verso i temi imprenditoriali”.

“Il messaggio che oggi abbiamo voluto dare alla Regione Basilicata è quello di velocizzare l’entrata in vigore della misura a sportello, ma soprattutto di procedere a ritmi più spediti nel creare quell’ecosistema a servizio del sistema imprenditoriale che funga da intelaiatura di uno sviluppo che tenga insieme tutto il territorio lucano in una crescita competitiva”. “Abbiamo chiesto, infine – ha concluso Massimo De Salvo – un’attenzione particolare alle imprese del territorio che hanno programmi di sviluppo, per evitare che rimangano escluse dalle agevolazioni previste. Le aziende locali, infatti, sono le uniche che dimostrano attaccamento al territorio e garantiscono occupazione stabile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi