CULTURA

L’esistenzialismo e la concezione decadentistica dell’uomo secondo Bobbio

Il decadentismo è assai più che un gu­sto letterario o uno stato d’animo, un atteggiamento di vita: implica quindi una determinata concezione del mondo e si ripercuote su tutti gli atti della vita spiri­tuale. Per descriverlo, viene in aiuto lo stesso itinerario esistenziale di Jaspers, giungono in soccorso quasi le sue stesse parole. Si tratta …

L’esistenzialismo e la concezione decadentistica dell’uomo secondo Bobbio Leggi tutto »

La concezione politica di Dante

Per fondare la sua tesi politica su una base inconfutabile, Dante l’ha voluta stabilire sulla struttura stessa dell’uomo. Sola fra tutte le creature questi occupa il mezzo fra creature corruttibili e incorruttibili, composto com’è di due parti essenziali, l’anima e il corpo. Egli è corruttibile secondo l’una di queste parti, il corpo; secondo l’altra, l’anima, …

La concezione politica di Dante Leggi tutto »

Giambattista Vasco e la terra ai contadini

Fu il maggior economista piemontese dcl Settecento, quello che indagò con mente più lucida e appassionata i problemi sociali del tempo. Nacque a Torino nel 1753 da famiglia nobile. Compiuti gli studi universitari entrò nell’ordine domenicano (solo verso la fine della sua vita ottenne la secolariz­zazione), ma si convertì ben presto alle dottrine illuministiche. Decisivo …

Giambattista Vasco e la terra ai contadini Leggi tutto »

Razionalismo e misticismo in Dante

Il presupposto che la ragione è sufficiente a raggiungere la conoscenza di certe verità indipendentemente dalla rivelazione induce Dante a pensare e a dimostrare – e non tanto nel Convivio quanto nella Monarchia e  nella Comme­dia – che come duplice è il fine dell’uomo, uno per la vita terrena e uno per la vi ta …

Razionalismo e misticismo in Dante Leggi tutto »

Ognuno vede quello che appari, pochi avvertono quello che tu sei

La nostra vita, anche se ci sembra monotona, ci porta ad avvicinare persone e ambienti diversi, perciò abbiamo potuto constatare che non sempre i giudizi formulati su di noi sono concordi, anzi spesso contrastano fra loro. Forse è la nostra personalità che tende ad adattarsi a coloro che avviciniamo, forse è l’ambiente stesso che vede …

Ognuno vede quello che appari, pochi avvertono quello che tu sei Leggi tutto »

La lettera che avrei voluto scrivere a Salvatore Quasimodo

Un personaggio che mi ha sempre interessato, che è stato tante volte per me fonte di letture è Quasimodo, · premio Nobèl per la poesia. M’interessa non solo per questo suo alto riconoscimento, ma anche per la sua produzione poetica così viva, umana, sofferta. Ho avuto occasione tempo fa di leggere soltanto una sua raccolta …

La lettera che avrei voluto scrivere a Salvatore Quasimodo Leggi tutto »

Il mondo poetico di Verga

Gli ultimi decenni dell’800 vedono, in un clima generale di reazione anti romantica, la fioritura di una schiera di poeti e narratori naturalisti e veristi. Com’era avvenuto per la filo­sofia che Platone aveva fatto scendere dal cielo sulla terra, così la letteratura abbandona le sfere dell’idealismo più astratto, dei bei sogni romantici, dei vagheggiamenti sentimentali …

Il mondo poetico di Verga Leggi tutto »

Esigenza di libertà e senso di responsabilità

L’individuo, per sua natura, è portato ad agire, a fare qual­ che cosa. E questo non solo perché deve guadagnarsi da vivere: anche se non avesse questa necessità, sarebbe ugualmente portato a esplicare una qualche attività perché un ozio totale equivale a una lenta morte. La realtà  è che l’individuo  deve «esprimere la propria personalità», …

Esigenza di libertà e senso di responsabilità Leggi tutto »

Il cielo stellato sopra di me e la legge morale in me

“Due cose riempiono l’animo con sempre nuovo e crescente stupore e venerazione, quanto più spesso e accuratamente la riflessione se ne occupa: il cielo stellato sopra di me, e la legge morale in me”. E’ la conclusione della Critica della Ragion Pratica, oltre ad essere diventata una delle frasi più celebri di Immanuel Kant. Il …

Il cielo stellato sopra di me e la legge morale in me Leggi tutto »

Torna su