Calcio. Serie A. È crisi in casa Juve battuta per 2 a 1 dal Verona

Il Verona vince contro la Juventus, confermando la crisi che sta vivendo la vecchia signora costringendola al secondo ko consecutivo, il quarto da inizio campionato. Al Bentegodi finisce 2-1 grazie alla doppietta di Simeone, inutile invece, come mercoledì, la rete di Mckennie. L’ex bianconero Tudor aggancia Allegri in classifica a quota 15 punti, mettendo seriamente in discussione la posizione del toscano sulla panchina juventina.

L’avvio di gara è tutto targato Giovanni Simeone, che riprende da dove aveva lasciato appena 6 giorni fa con la Lazio, realizzando in una manciata di minuti una doppietta che indirizza subito la gara. Il primo gol è da rapinatore d’area dopo la respinta di Szczesny sul tiro di Barak, il secondo è una perla assoluta disegnata grazie ad un splendido destro dalla distanza. Gli unici segnali di reazione bianconera li dà Paulo Dybala, che ci prova un paio di volte senza fortuna, colpendo anche una clamorosa traversa proprio a ridosso dell’intervallo.

L’argentino continua a suonare la carica anche ad inizio secondo tempo, spaventando Montipò con un altro mancino a giro da fuori, poi entra Mckennie e il portiere scaligero deve subito smanacciare un suo tentativo di conclusione. Sarà proprio l’americano, all’80’, a segnare il gol che riaccende le speranze della Juve, sparando sotto la traversa un bel destro su assist di Danilo. Al 90’ i bianconeri sfiorano il pareggio con il solito mancino di Dybala, stavolta indirizzato in porta ma neutralizzato provvidenzialmente da un super Montipò, che vola letteralmente a cancellare il pareggio del numero 10 ospite.

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi