Calcio a 5. Potenza battuto per 4 a 3

Rabbia e amarezza in casa Potenza dopo il ko per 4-3 contro il Dream Team Palo del Colle nella decima giornata del campionato di Serie B di calcio a 5. Avanti per 3-1, gli uomini guidati in panchina da Giuseppe Benevento che sostituiva lo squalificato Fabio Santarcagelo, hanno sprecato il doppio vantaggio a metà ripresa: qualche ingenuità difensiva e poi l’infortunio del portiere titolare Vittorio De Brasi (fino ad allora uno dei migliori) hanno un po’ fiaccato nel morale i potentini che nel finale si sono arresi al cinico quintetto ospite. Continua quindi la maledizione del PalaPergola dove la compagine del presidente Salvatore Mancusi non è mai riuscita a fare punti in questa stagione. Per il Potenza C5 hanno segnato Claps, Daniel Vega e Telesca contro il Dream Team. A fine gare queste le opinioni del tecnico Benevento e del dirigente Franco Sarli (in foto).

Mister Benevento: “L’infortunio di Vittorio e altri episodi hanno condizionato il risultato, non la prova che è stata fatta dai ragazzi è stata sicuramente positiva. Abbiamo giocato una buona partita, ma c’è grande dispiacere per non aver raccolto niente. Bisogna essere fiduciosi per il prosieguo del campionato e non abbattersi. Per quanto riguarda la mia esperienza sulla panchina della prima squadra è stata davvero emozionante ed intensa. Speravo in un epilogo diverso. Mi sento responsabile di questa sconfitta come è giusto che sia, perché se in panchina ci stavo io è giusto prendersi le responsabilità. Mi prendo l’esperienza anche se sono dispiaciuto per il risultato soprattutto per i ragazzi che non lo meritavano”.

 “Non ho mai creduto alla sfortuna, ma quest’anno ci sta capitando di tutto soprattutto in casa – spiega lo storico dirigente rossoblu Franco Sarli che quest’anno ricopre il ruolo di responsabile dell’area amministrativa del club – abbiamo fatto una gran bella gara ma ancora una volta usciamo dal campo sconfitti. Un vero peccato, sul 3-1 la partita si stava incanalando verso la giusta direzione per noi. Poi l’infortunio di Brasi non ci voleva.  La squadra ha subito il contraccolpo dal punto di vista mentale, il giovane Sagarese non ha nessuna colpa sui gol ci mancherebbe, anzi ha fatto anche degli ottimi interventi. Sul 3-1 i ragazzi hanno perso un po’ di sicurezza. Un peccato davvero, non resta che tornare al lavoro e sperare di riuscire ad espugnare il prima possibile il nostro campo dove purtroppo non siamo ancora riusciti a fare punti. La cosa certa è che non meritiamo assolutamente questa classifica”.

Default image
radionoff
Articles: 6250