Braia: bene contributo Caritas, accolta nostra istanza per fasce deboli

“La notizia del contributo straordinario – da noi più volte richiesto – di 200 mila euro erogato anche per il 2021 alle Caritas diocesane di Basilicata, quale sostegno economico per l’aiuto alle fasce sempre più deboli, la accogliamo con piacere. Condividiamo l’operato dell’Assessore Cupparo su questo tema, auspicando che non rimanga l’unico segnale di attenzione a chi ha più bisogno. Ricordiamo che, nel 2020 e in piena crisi pandemica fu proprio su mia sollecitazione e con un appello al sostegno alle sei Caritas di Basilicata e al mondo della solidarietà che il Presidente Bardi stanziò un finanziamento straordinario di 300 mila euro, per far fronte alle necessità della rete della solidarietà, all’emergenza sociale e sanitaria e a quelle delle fasce di cittadinanza più fragili. Auspicavamo da tempo che accadesse anche per il 2021, lo avevamo anche ribadito in più occasioni e, finalmente, l’intervento regionale è arrivato. Con questo contributo straordinario, le persone sole e bisognose che non hanno alcun sostegno familiare potranno avere beni di prima necessità, assistenza medica e domiciliare, medicinali, distribuzione di cibo, ticket mensa, vestiario, ecc. Bene così, tenendo sempre presente che l’attenzione su queste situazioni di povertà in Basilicata non deve mai abbassarsi. Ricordiamo che come Italia Viva l’anno scorso chiedemmo anche al Governo regionale il finanziamento straordinario del fondo antiusura regionale previsto nella Legge n. 3 del 27 gennaio 2012, al fine di arginare il fenomeno in grande potenziale incremento dell’usura. Ora bisogna lavorare anche al sostegno per le fondazioni antiusura che svolgono un ruolo fondamentale a sostegno delle persone che si trovano più in difficoltà, per sottrarli al sempre più evidente fenomeno, purtroppo, della malavita organizzata che le cronache degli ultimi giorni hanno riportato sotto i riflettori.”

Default image
radionoff
Articles: 6250